Sospensione COVID

Richiedi senza impegno un prospetto per la Sospensione COVID

La sospensione del mutuo prevede la possibilità di sospendere le rate del mutuo per 18 mesi

SOSPENSIONE COVID

Definizione e caratteristiche

La sospensione del mutuo prevede la possibilità di sospendere le rate del mutuo per 18 mesi, utilizzando il fondo di solidarietà per i mutui prima casa gestito dalla Consap cioè il Fondo Gasparrini.

La sospensione è stata introdotta dalla Legge n. 244 del 24/12/2007, ma con la crisi causata dall’epidemia da COVID-19 è stato ampliato il raggio di azione di tale legge, più precisamente la sospensione COVID prevede che il Fondo Gasparrini possa essere richiesto dai:

  • Lavoratori dipendenti a tempo sia determinato sia indeterminato, in cassa integrazione o licenziati;
  • Parasubordinati (collaboratori) in possesso dei documenti che comprovano la sospensione dal lavoro;
  • Lavoratori autonomi e liberi professionisti in grado di certificare, con autocertificazione e responsabilità penale in caso di falsa dichiarazione, una riduzione del fatturato del 33% dal 21/02/2020 alla data della domanda e comunque nell’ultimo trimestre.

Inoltre, la legge prevede che anche chi non è in regola con i versamenti delle rate può richiedere la sospensione, a patto che i mancati pagamenti non superino i 90 giorni, in tal caso le rate insolute saranno calcolate nel periodo di sospensione e su di esse, quindi, non matureranno interessi di mora.

Chiedi una consulenza gratuita per la sospensione COVID 

Cosa prevede la sospensione COVID?

Il Fondo Consap provvederà a pagare il 50% della quota degli interessi e il restante 50% dovrà essere pagata dal mutuatario a partire dalla ripresa del pagamento. La durata del mutuo, naturalmente, si allungherà per il periodo corrispondente alla sospensione.

 

La documentazione per la richiesta di sospensione COVID

I documenti necessari per richiedere la sospensione del mutuo sono i seguenti:

  • I lavoratori dipendenti in cassa integrazione o licenziati dovranno consegnare una dichiarazione dell’azienda che attesti la loro nuova condizione, siano essi a tempo determinato, indeterminato, parasubordinati;
  • I collaboratori devono poter dimostrare di avere perso il lavoro con una dichiarazione dell’azienda;
  • I lavoratori autonomi e i liberi professionisti devono dichiarare con autocertificazione, su un modulo apposito e sotto la propria responsabilità, di avere subito una riduzione del fatturato superiore al 33% in un trimestre successivo al 21/2/2020, rispetto all’ultimo trimestre 2019, in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività per le disposizioni adottate dalle autorità per l’emergenza Coronavirus.

La domanda di sospensione delle rate va presentata alla stessa banca erogatrice del mutuo insieme al documento d’identità e la documentazione necessaria ad attestare il verificarsi delle condizioni di sospensione del mutuo.

 Per saperne di più chiedi una consulenza con un nostro esperto. La consulenza è GRATUITA e senza impegni

Tempi per la sospensione del mutuo

I tempi previsti per la sospensione COVID sono i seguenti:

  • La banca trasmette telematicamente la domanda entro 10 giorni lavorativi;
  • La Consap ha 15 giorni solari per concedere l’autorizzazione alla sospensione;
  • La banca ha 5 giorni solari per comunicare l’esito al mutuatario.

La banca attiva la sospensione del mutuo entro 30 giorni lavorativi a decorrenza dalla data della comunicazione al cliente dell’esito positivo da parte della CONSAP.

Come va presentata la domanda

La presentazione della domanda di sospensione COVID dovrà avvenire compilando il modulo scaricato dal sito della Consap e la stessa deve essere inviata alla banca, l’invio può avvenire anche telematicamente.

Chiedi qui informazioni su come ottenere la sospensione COVID